TUTORIAL: acquistare e scambiare criptovalute

  • 499
  • 0
Le criptovalute sono sulla cresta dell’onda e attirano oggi un numero sempre maggiore di investitori e speculatori. Occorre innanzi tutto sapere come acquistare una moneta virtuale.

Per prima cosa è necessario distinguere tra piattaforme di acquisto e di scambio delle criptovalute.

- Le piattaforme di acquisto vi consentiranno di depositare euro o dollari per acquistare alcune tra le principali criptovalute (Bitcoin, Ripple, LItecoin, Bitcoin Cash)
Esempio di piattaforme di acquisto: Bitstamp, Coinbase, kraken...

- Le piattaforme di scambio consentono soltanto di ricevere delle criptovalute per scambiarle con altre monete elettroniche (altcoin). Queste ultime piattaforme offrono una gamma di criptovalute molto più ampia rispetto a quelle di acquisto.
Esempio di piattaforme di scambio: Bittrex, Binance, HitBTC...

Torniamo ora all’acquisto di criptovalute. Occorre seguire 4 passaggi per acquistare una criptovaluta diversa dal Bitcoin, nonché un quinto per mettere in sicurezza il vostro acquisto. In questa sezione approfondisco il processo di acquisto per qualunque altra criptovaluta (ad es. NEO, NAV, DASH, SUB, ecc.)

Fase 1: depositare euro su un conto di criptovalute



Disponete di un conto corrente presso una qualsiasi banca e desiderate acquistare delle criptovalute? Dovete innanzi tutto trovare una piattaforma di acquisto di criptovalute che vi consente di depositare euro (o dollari USA) per acquistare in un primo momento dei Bitcoin (BTC) o dei Litecoin. In sostanza, una tra le principali criptovalute.

In seguito, dovete aprire un conto su BitStamp (o CoinBase o altro operatore). Vi sarà richiesto di fornire soltanto una copia del passaporto o della carta di identità e un documento che attesti il vostro indirizzo. Infine dovrete completare le verifiche tramite e-mail/telefono (per poter essere informati in caso di attività sul conto di criptovalute).
NB: per proteggere in modo ottimale il vostro conto, ricordatevi di attivare la "two-factor authentification".

Fatto questo, l’apertura del vostro primo conto è terminata. Adesso passiamo al bonifico in euro.

Su BitStamp, è sufficiente accedere alla sezione "Deposit”, selezionare "EUR Bank (SEPA)” e indicare l’importo del deposito in euro. BitStamp registra la vostra richiesta di deposito, vi fornisce le coordinate bancarie del conto sul quale trasferire i fondi e la causale (da indicare nel campo “causale” del bonifico che sarà effettuato dal vostro conto corrente).

Importante: la causale consente all’istituto di criptovalute di identificare il bonifico e trasferire i fondi sul vostro conto più rapidamente.

Nota: occorrono circa 5 giorni per ricevere un bonifico in euro su un conto di criptovalute. Se trascorso questo termine non avete ancora ricevuto nulla, non esitate a contattare l’assistenza clienti.

Fase 2: acquistare dei Bitcoin



Avete ormai depositato fondi in euro sul vostro conto BitStamp; tuttavia, questa piattaforma non vi consente di tradare le altcoin (altre criptovalute). Dovrete quindi acquistare dei Bitcoin e trasferirli verso un altro istituto di criptovalute.

A questo punto, l’acquisto di Bitcoin è relativamente facile. Fate clic su “Acquista/Vendi”; viene visualizzato su BitStamp un registro degli ordini del Bitcoin (o dell’altra criptovaluta principale che state attualmente consultando sul sito). È sufficiente effettuare una semplice operazione per acquistare Bitcoin in cambio di euro.

Fase 3: trasferire i Bitcoin verso un ulteriore istituto che consente di acquistare altre criptovalute



Detenete ora su BitStamp i vostri primi Bitcoin. Per acquistare altre criptovalute, dovete cambiare istituto (ad es. Bittrex, Binance, ecc.).

Una volta sul rispettivo sito, dovete aprire un conto, ma questa operazione richiede meno di 5 minuti. In seguito dovete proteggere l’accesso con la "two-factor authentification".

Se avete optato per Binance, dovete in seguito aprire la sezione “Funds / Deposits-Withdrawal”. Qui troverete tutte le criptovalute che è possibile depositare/prelevare.

Se avete scelto Bittrex, aprite la sezione "Wallets". Per effettuare depositi o prelievi è sufficiente fare clic rispettivamente su “+” o “-”. Riporto di seguito una screenshot di esempio:


trasferire criptovalute piattaforme

Nei due casi riportati nella figura, dovrete andare sulla riga del Bitcoin (poiché dovete trasferire questa criptovaluta dal vostro conto BitStamp o CoinBase su quello aperto presso Bittrex o Binance), quindi selezionare “Deposito”.
Il sito creerà automaticamente per vostro conto un “wallet” (un portafoglio che consente di ricevere/trasferire criptovalute). Il "wallet" si presenta come un semplice indirizzo (successione di cifre e lettere).

wallet bitcoin

Copiate questo indirizzo e tornate su Bitstamp (o Coinbase, il conto dove avete depositato i Bitcoin), quindi procedete al prelievo ("withdrawal" in inglese) e indicate l’indirizzo del wallet Bitcoin fornito da Bittrez (o Binance).

Confermate l’operazione. A questo punto il trasferimento è completato.

Per informazione: potete seguire la vostra operazione in Bitcoin direttamente sulla blockchain Bitcoin.

Importante: per alcune criptovalute (ad es. Ethereum) il trasferimento da "wallet" a "wallet" viene eseguito tramite uno "smart contract". Non tutti gli istituti accettano però di ricevere questi “smart contract”. Rischiate quindi di perdere nella blockchain tutti i fondi trasferiti. Fate attenzione! In linea generale, in questi casi gli istituti possono aiutarvi e intervenire manualmente per recuperare i vostri fondi.

non dovete MAI trasferire una criptovaluta verso un “wallet” (portafoglio) che non l’accetta. Se commettete questo errore, perderete definitivamente i fondi e i vostri due istituti di criptovalute non potranno fare nulla per aiutarvi. Esempio: se trasferite dei Bitcoin verso un wallet NEO.

se siete alle prime armi, effettuate all’inizio delle “operazioni di prova”. Non inviate tutti i fondi in una sola volta. Trasferite all’inizio un importo basso. Poi inviate il resto se l’operazione è stata effettuata correttamente. Lo stesso vale per il primo bonifico in euro dal vostro conto corrente.

Fase 4: acquisto di una altcoin



I vostri Bitcoin sono ormai depositati presso l’istituto (Bittrex, Binance o altro), che vi consente di tradare numerose criptovalute. In genere, è possibile acquistare e vendere altcoin contro Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Tether (USDT) o NEO (NEO).

In un primo momento, potrete acquistare unicamente le criptovalute quotate in Bitcoin (poiché in portafoglio disponete soltanto di Bitcoin). Tuttavia, potete rapidamente convertire i Bitcoin in Ethereum facendo clic sulla coppia BTC/ETH (Bitcoin contro Ethereum).

Per acquistare ad esempio NEO, dovete fare clic sulla coppia NEO/BTC, ovvero acquistare NEO in cambio di BTC.

Fase 5 (vivamente consigliata): trasferire le altcoin su un wallet privato



Ci siamo quasi! Avete investito nella criptovaluta desiderata. Resta ancora un’ultima tappa di sicurezza (consigliata): trasferire queste altcoin su un portafoglio privato, per evitare un’eventuale frode da parte del vostro istituto di criptovalute (che chiude i battenti e scappa con tutti i fondi dei clienti).

Molteplici sono le opzioni disponibili per trasferire le vostre criptovalute su un portafoglio privato. La più sicura consiste nello scaricare il “wallet privato” proposto dalla criptovaluta in questione.

Esempio: detenete dei NEO, accedete al relativo sito Internet e scaricate il software NEON. Questo software vi consente di creare un wallet privato direttamente sul vostro computer e di trasferirvi (da qualunque istituto) i vostri NEO. (Si veda anche: Trasferire NEO su un wallet NEON)

Altro esempio: detenete dei NAVcoin, accedete al relativo sito Internet e scaricate NavCoin Core. Questo software vi consente di creare un wallet privato direttamente sul vostro computer e di trasferirvi (da qualunque istituto) i vostri NAVcoin.

NB: non tutte le criptovalute propongono un “wallet privato". Ne consegue che alcune criptovalute dovranno essere conservate presso l’istituto che avete selezionato o su siti specializzati in portafogli privati.

Il trasferimento su un portafoglio privato equivale a un trasferimento di criptovalute da un istituto a un altro. Il software del wallet privato genererà un portafoglio che comprende un indirizzo pubblico e un indirizzo privato. Dovrete conservare lontano da occhi indiscreti l'indirizzo privato dato che vi consente di accedere al vostro wallet privato. L’indirizzo pubblico vi serve per trasferirete i fondi da Bittrex (o Binance, ecc.).

In conclusione, sempre riguardo alla domanda “Come si acquistano le criptovalute?”, parliamo ora di come liquidare le posizioni esistenti per trasferire i vostri fondi sul conto corrente in euro.



Avete realizzato una plus o minusvalenza latente su una altcoin e desiderate convertire i vostri fondi in euro o interrompere il trading di criptovalute. Dovrete semplicemente fare il percorso inverso a quello illustrato:
1/ Trasferire nuovamente le altcoin dal vostro portafoglio privato a un "intermediario" che vi permetterà di vendere queste monete virtuali in cambio di Bitcoin.
2/ Rivendere le altcoin contro Bitcoin.
3/ Trasferire i Bitcoin a un “intermediario” che vi consentirà di rivenderli in cambio di euro.
4/ Rivendere i Bitcoin contro euro.
5/ Trasferire gli euro sul vostro conto corrente.

Se l’acquisto di criptovalute vi sembra a prima vista un percorso a ostacoli, è in realtà un processo molto semplice e rapido; le aperture di conti e i trasferimenti richiedono meno di 5 minuti. Il passaggio più lungo (di quelli trattati in questo articolo) è la ricezione dei fondi in euro sul vostro primo conto di criptovalute.

Se avete domande, non esitate a porle.



Articoli complementari

Informazioni sull'autore

  • 5
  • 20
  • 17
  • 1

Aggiungi un commento

no pic

Commenti

0 Commenti