Romia non è più in versione BETA

  • Chi ha votato?
  • 321
  • 0
A 6 mesi dal lancio della nostra intelligenza artificiale, siamo lieti e orgogliosi di annunciare che la fase di BETA test per Romia è ufficialmente conclusa. Grazie agli ultimi feedback inviati dagli utenti, abbiamo apportato miglioramenti significativi che consentono alla nostra IA di generare analisi ancora più pertinenti.

Romia è stata lanciata in versione BETA a giugno 2019.
6 mesi e 30.000 analisi tecniche dopo, Romia è ora disponibile nella sua versione completa e ottimizzata. I risultati e i feedback delle analisi sono stati rielaborati e simulati in condizioni di mercato reali per apportare modifiche e migliorie all'intelligenza artificiale.

Come promemoria, la nostra intelligenza artificiale include:
  • I prezzi storici di oltre 220.000 strumenti finanziari,
  • 9 periodi di calcolo e 4 unità di tempo,
  • 18 tipologie di indicatori tecnici,
  • 6 scanner di mercato (figure grafiche, candele giapponesi, indicatori tecnici, volumi, gap e record),
  • Oltre 150 rilevamenti ricavati da questi 6 scanner di mercato,
  • Più di 120 segnali di tendenza o momentum ottenuti dagli indicatori tecnici e dalle medie mobili,
  • Le resistenze e i supporti, nonché i ProRealTrend,
  • Oltre 19 milioni di risultati, aggiornati grazi a più di 135 milioni di calcoli ripetuti ciclicamente.


Dal suo lancio, Romia è stata oggetto di numerosi miglioramenti, alcuni dei quali hanno avuto un impatto più significativo di altri. Infatti, con il tempo e il numero crescente di dati elaborati, è normale che le evoluzioni convalidate e integrate nel motore della nostra intelligenza artificiale siano molto accurate e meno visibili nei risultati dell'analisi. Si tratta di uno sviluppo comune quando si adatta leggermente la ponderazione di un indicatore soltanto su uno specifico strumento.

Quali importanti progressi hanno permesso a Romia di uscire dalla sua versione BETA?
  • Ottimizzazione delle definizioni di tendenza a breve/medio/lungo termine
  • Aggiunta di nuovi rilevamenti come le divergenze (RSI, CCI, MACD) o inversione dell'indicatore MOMENTUM
  • Significativi miglioramenti delle soglie di invalidamento e degli obiettivi di corso in base allo strumento e al suo mercato
  • Creazione di un indicatore di forza
  • Integrazione di nuovi pattern per interpretare i dati tecnici
  • Aggiunta di nuove interpretazioni dei dati e di nuove risposte dell'intelligenza artificiale


Se avete il minimo dubbio, non esitate a postare un commento sotto questo articolo. Sarà un piacere rispondervi.



Informazioni sull'autore

  • 8
  • 36
  • 24
  • 3

Aggiungi un commento

no pic

Commenti

0 Commenti