Comprendere il grafico in tick

  • Chi ha votato?
  • 3317
  • 0

Cos’è un grafico in tick?



A differenza di un tradizionale grafico con candele, un grafico in tick non varia in funzione del tempo. Consente di aggiungere diverse informazioni alla vostra analisi tecnica:
1 - Analisi semplificata
2 - Visualizzazione indipendente dal tempo
3 - Conferma delle rotture delle linee di tendenza
4 - Rilevamento dei segnali di uscita
5 - Correlazione tra il volume e l’evoluzione dei corsi

Facciamo un esempio per comprendere meglio:
- su un classico grafico da 1H, una candela corrisponde all’andamento del prezzo (apertura, massimo/minimo, chiusura) sull’ora in corso. Questa candela verrà chiusa una volta trascorsa l’ora; questo significa che alle ore 10:00 la candela delle 9:00 viene chiusa e si apre quella delle 10:00.
- su un grafico 100 tick, una candela corrisponde a 100 tick. Occorre però sapere cosa sia di preciso un tick...
Un tick rappresenta una transazione tra un acquirente e un venditore. Questa transazione è caratterizzata da un numero di titoli scambiati a un certo livello di prezzo. Su un grafico 100 tick, ogni candela corrisponde all’evoluzione del prezzo su 100 tick consecutivi (o 100 transazioni/scambi consecutivi).
È quindi evidente che il grafico in tick non è lineare nel tempo; infatti, 100 tick possono essere effettuati in 5 minuti, 1 ora o in una giornata, in base alla volatilità del titolo in questione.

1 - Analisi semplificata su un grafico in tick


grafico in tick
Quando il mercato è “attivo”, la vista classica non mostra le micro-tendenze. Infatti, i bruschi rialzi o ribassi sono spesso rappresentati unicamente da una lunga candela verde o rossa, anche se optate per una vista a 1 minuto.
Il grafico in alto a sinistra, con vista a 2 ore, visualizza alternativamente diverse candele lunghe (in genere nell’arco della giornata) e diverse candele corte (in genere durante la notte). È possibile tracciare una prima linea di resistenza ascendente. Come potete osservare, questa vista classica a 2 ore non consente di identificare il massimo locale raggiunto nel corso della giornata. Di conseguenza, non avremmo potuto pensare che il corso potesse proseguire il suo rialzo fino a questa prima resistenza ascendente. Sarà possibile tracciare una seconda linea di resistenza, questa volta discendente, ma tardivamente. Queste due resistenze sono infatti minori.
Nella vista a (x) tick, le candele lunghe sono divise in piccole candele da 2000 tick ciascuna. È possibile tracciare una linea di resistenza maggiore, che consente di anticipare meglio la tendenza nell’arco del periodo.

2 - Vista indipendente su un grafico in tick


Vista indipendente su un grafico in tick
Quando il mercato è “calmo”, con un’attività di acquisto e vendita limitata, la vista classica in 2 ore visualizza delle candele piatte che non offrono poiché informazioni di rilievo. Guardate ad esempio il precedente grafico.
La vista a 2000 tick mostra soltanto poche candele nei periodi calmi (poiché sono concluse poche transazioni) e evita che si accumulino candele inutili. Sarà quindi più semplice rilevare le tendenze. Prenderete le vostre decisioni in modo più oculato.
Nell’immagine riportata sotto, abbiamo indicato in bianco i giorni pari e in giallo quelli dispari.

tiempo grafico in tick
Nella vista basata sul tempo, ogni giorno ha lo stesso numero di candele.
Ma questo non avviene con la vista a (x) tick, che mostra più candele per i giorni di intensa attività e meno candele per quelli più tranquilli. Ad esempio, il 27 aprile la vista a (x) tick mostra 32 candele, mentre il 26 aprile ce n’erano soltanto 16. Utilizzando questo grafico, potrete confrontare le candele che hanno la stessa importanza le une rispetto alle altre e su più giorni.

3 - Conferma delle rotture delle linee di tendenza su un grafico in tick


rotture linee di tendenza grafico in tick
L’immagine riportata sopra mostra un grafico con vista a 2 ore e un grafico con vista a 3000 tick. Entrambi presentano un numero di candele pressoché identico. Nella vista a 2 ore, la principale resistenza è rotta al rialzo il 5 maggio. Numerosi investitori si sono probabilmente posizionati all’acquisto pensando che si trattasse dell’inizio di una tendenza rialzista.
Nella vista a (x) tick, la linea di tendenza regge. Se disponete di 2 viste, aspetterete sicuramente la rottura al rialzo su entrambe le viste prima di decidere di rientrare sul mercato. In questo caso, non vi posizionerete all’acquisto.
Prenderete quindi migliori decisioni utilizzando anche la vista in (x) tick.

4 - Rilevamento dei segnali di uscita da un grafico in tick



Immaginate che desiderate tradare il future Euro Bund in tempo reale, con le informazioni disponibili il 25 aprile alle 10:00 (vedere il grafico seguente).

segnali di uscita grafico in tick
Riteniamo che, sul brevissimo termine, la tendenza sarà ribassista. Vendiamo quindi alle ore 10:16 al prezzo di 115,55.
Il grafico con vista a 1 ora rende difficile prevedere l’andamento a breve termine del prezzo del titolo. L’unica cosa certa è che, almeno finora, abbiamo fatto bene a vendere.
Optiamo quindi per una vista a 1 minuto e una vista a 100 tick come mostrato nell’immagine riportata sotto. Si tratta, come potete vedere, dello stesso periodo, con un massimo a circa 115,9 e un minimo a 115, 33.

segnali grafico in tick
Il future Euro Bund cala sensibilmente verso le ore 10:00. Questo ribasso, indicato come una candela lunga nella vista a 1 minuto, è rappresentato da diverse piccole candele nella vista a (x) tick: potete quindi tracciare un supporto sul brevissimo termine diverso da quello previsto con la vista a 1 minuto.
Il grafico con la vista a 1 minuto mostra di nuovo un candela lunga alle ore 10:15 che rompe la linea di supporto. Vendiamo il titolo e il mercato ci dà ragione.
Dopo qualche minuto, l’investitore che visualizza soltanto la vista a 1 minuto deve scegliere: o sperare che il titolo prosegua il ribasso senza alcuna indicazione sulla durata di tale futuro calo o uscire dal mercato e aspettare nuove opportunità.
Sfortunatamente per questo trader, la sua scelta si basa unicamente sulle emozioni. Immaginate la sua delusione in seguito a un’uscita precoce dal mercato, ad esempio per coprire con i guadagni conseguiti le perdite del giorno prima, qualora il mercato dovesse proseguire il ribasso. O immaginate al contrario la sua delusione in seguito al mantenimento della posizione alla vendita qualora il mercato dovesse riprendersi poco a poco tutte le sue plusvalenze latenti.
Come potete immaginare, le probabilità di restare “scottati” alla fine della giornata sono elevate.
Al contempo, l’investitore accorto che utilizza 2 viste può decidere basandosi sui risultati della sua osservazione grafica. Ad esempio, alle ore 10:25 può decidere di riacquistare il 50% della sua posizione alla vendita poiché il prezzo ha appena toccato la linea di supporto sul brevissimo termine. Questo investitore esce dalla sua posizione nel momento giusto e aumenta pertanto i suoi guadagni.

5 - Correlazione tra il volume e l’evoluzione del corso



Un altro importante vantaggio di questa vista in (x) tick è la visualizzazione di barre di volume facilmente utilizzabili.

Correlazione volume tick
Nella vista classica basata sul tempo, il volume indica unicamente il numero di titoli scambiati durante un determinato periodo di tempo.
Non viene fornita alcuna informazione sul tipo di investitori all’acquisto (ossia investitori istituzionali o privati).
Nella vista in (x) tick, ogni barra del volume è la somma dei volumi delle transazioni che compongono la relativa candela. Dato che il numero di transazioni per ciascuna candela è costante, ogni barra del volume rispecchia il volume medio delle transazioni che compongono la candela associata. Esaminiamo un esempio concreto:
nella vista a 5 tick, ecco come calcolare il valore della barra del volume su un titolo fittizio:

Correlazione volume tick 2
In questo caso, la barra del volume della candela associata sarà determinata nel modo seguente:
1210 + 840 + 310 + 243 + 670 = 3273
Visualizzando una media mobile delle vostre barre di volume (in blu nell’esempio sopra), quando la barra del volume è superiore al valore di questa media mobile, potete considerare che le transazioni che compongono questa barra sono il frutto dell’attività svolta da “grandi investitori” rispetto alla media per questo titolo. Questi “grandi investitori” sono sicuramente più informati rispetto ai “piccoli investitori”. In una tendenza rialzista, si tratta spesso di un segnale che indica il proseguimento del rialzo.
L’esperienza ci insegna che quando viene raggiunto un nuovo massimo (vedere la zona 2 del precedente esempio) con barre del volume più brevi rispetto a quelle visibili sul massimo precedente, il proseguimento del rialzo spesso non avviene.
Le elevate barre del volume nella zona 3 indicano che alcuni grandi investitori acquistano e altri vendono. Questa indecisione rende temporaneamente stagnante i corsi. In seguito, quando viene rotto il supporto sul brevissimo termine, dei “piccoli venditori” fanno calare il titolo.

CONCLUSIONE



Vi abbiamo presentato i vantaggi della vista in (x) tick confrontandola con la vista classica basata sul tempo.
I grafici con vista a (x) tick sono spesso diversi da quelli con viste basate sul tempo per un determinato titolo e su un identico periodo di visualizzazione. Le ulteriori informazioni fornite da questi grafici vi aiutano a prendere migliori decisioni per rientrare o uscire dal mercato. Nella maggior parte dei casi, i grafici a (x) tick possono essere utilizzati con maggiore facilità.

Fonte: https://www.prorealtime.com/fr/partner_redirect.phtml?pr_from=centralcharts&pr_page=x-tick-et-tick-par-tick

Informazioni sull'autore

  • 14
  • 69
  • 45
  • 4

Aggiungi un commento

no pic

Commenti

0 Commenti